LA NASCITA DEL CORPO NAZIONALE

Fino al 1935 in tutta la Provincia di Trento esistevano 147 Corpi di Pompieri con 3926 uomini, mentre su tutto il resto del territorio nazionale il numero dei pompieri effettivi stanziati nelle varie città e comuni era di poco inferiore alle 8000 unità. Una sproporzione enorme che andava computata al fatto che qui in provincia fin dal lontano 1881 con la legge sulle associazioni si era dato avvio alla creazione di Corpi di Pompieri mentre a livello nazionale ciò accadde soltanto nel 1935. 

Con il  Decreto Legge del 10 ottobre 1935, convertito in legge l’anno successivo, venne data infatti una nuova organizzazione provinciale e venne fatta una coordinazione a livello nazionale dei servizi pompieristici. Si istituì “L’Ispettorato Centrale Pompieri — organo del Ministero degli Interni” comprendente dei corpi provinciali e dei distaccamenti che vennero fatti nei comuni più grandi. In altre parole La Provincia di Trento divenne l’85° dei 94 Corpi provinciali ed in pratica accorpò tutte le formazioni comunali. Venne così a configurarsi una ripartizione della regione in 26 distaccamenti suddivisi in 340 squadre con un organico complessivo di 3924 uomini. 

Vigili del Fuoco Volontari di Pelugo

via Municipio, n. 4 - 38079 Pelugo (TN)

p.iva e cod. fiscale 95002530228

(c) Copyright Vigili del Fuoco Pelugo